Il mio mostro

Il mio mostro è stato per anni la voglia di morire. Non esserci più. Sottrarmi alla sofferenza della mia vita. Gettare per sempre la spugna. Fuggire via. Perché non riuscivo ad essere felice, perché credevo che la felicità  fosse soltanto realizzare le cose che desideravo molto, anzi moltissimo. Piano piano i miei sogni, le mie ambizioni, i miei obiettivi giovanili erano stati tutti risucchiati e divorati dalla quotidianità lasciandomi avvilita e preda della disperazione. Ma poi Continua a Leggere…

Pensieri intorno alla morte

La morte spesso spaventa poiché oltre di essa nessuno sa cosa ci aspetta… se il paradiso tanto agognato o l’oblio totale. Morte amata… morte odiata…. morte bramata… morte detestata… è questo il grande dilemma della vita umana. Morte come liberazione dalle pene di questa vita… morte che Continua a Leggere…

Il Giovane Holden

La parola amore…

Amore con la lettera maiuscola è una parola bellissima che ci porta a parlare dell’aspetto psicologico delle persone, aspetto impalpabile ma importantissimo, che parla di sentimento nei suoi molteplici aspetti: amore per la natura, amore per le persone con cui entriamo in contatto nella vita, amore per i genitori, per i fratelli e sorelle, amori per gli amici, per i figli, per la famiglia, per gli animali, amore verso una persona dell’altro sesso che ci fa palpitare il cuore perché lo senti vicino nel modo di vedere e pensare, che ti fa sentire forte Continua a Leggere…

L’Amore

Cosa dire dell’amore?

Se non che è l’essenza prima e ultima di ogni uomo. Ho letto una frase l’altro giorno sull’amore che mi ha colpito molto e vorrei condividerla con voi ed è questa: ”due cose portano alla follia: l’amore e la sua mancanza”. Credo che queste parole esprimano perfettamente gli effetti devastanti dell’amore sulla nostra vita. L’amore Continua a Leggere…

L’Amicizia

La forma di amore che preferisco è l’amore amicale. Fin da bambina amavo molto stare con i miei amici. In famiglia ero sempre triste, nervosa e percepivo un caos affettivo notevole e invece, quando ero con i miei amici riuscivo subito a stare meglio. Questa cosa è durata tutta la vita. Anche quando ho avuto i miei periodi bui, mi bastava uscire di casa Continua a Leggere…

L’infanzia

L’infanzia è un argomento che mi appassiona, con tutto quello che lo riguarda. Mi divertono i cartoni animati, la letteratura per l’infanzia, i film di saghe come quella di Harry Potter; amo moltissimo il gioco e i giocattoli. E mi sento arricchita quando sono con i bambini. L’anno scorso, al doposcuola della parrocchia, ho conosciuto una bambina nigeriana di nome Diana Continua a Leggere…

Parlo di me

Mi chiamo Teresa, sono nata il giorno 7 del mese di febbraio 1964 alle cinque e mezzo di mattina. I miei vagiti erano così forti che i miei genitori, che avevano tanto desiderato il maschio, dopo la delusione della prima figlia femmina, cedettero che il loro desiderio si fosse avverato. E così era cominciata la mia lotta per i miei diritti di donna in questo mondo. E’ stata dura, Continua a Leggere…

Il giorno più bello della vita mia

Quando l’Italia vinse il mondiale del 2006 contro tutto e tutti, dovevamo uscire subito per via di tutte le cose successe nel pre mondiale (calciopoli) invece abbiamo fatto un ottimo girone, vinto per fortuna va detto con l’Australia grazie a Grosso e Totti, a Toni nei quarti, ancora a Grosso e il grande Alex nei supplementari con due gol importanti e stupendi nella casa dei campioni di casa con Caressa che a perdifiato gridava “ANDIAMO A BERLINO” ripetuto infinite volte e la finalissima macchiata dal gestaccio di Zidane Continua a Leggere…